martedì 18 novembre 2014

Biblioteca e museo, una coppia burrosa!



Il Sistema Bibliotecario del Verbano Cusio Ossola propone per il pomeriggio di domenica 23 novembre ‘Una domenica in biblioteca’, quinta edizione dell’open day provinciale.

A Casale, alle 15 "Aggiungi un posto a tavola!" letture animate per bambini da 0 a 7 anni con le volontarie di NPL. 

Alle 16,30 per i bambini dai 4 anni "Casaro per un giorno": visita guidata al museo della Latteria Consorziale Turnaria e attività di laboratorio con esperti che dimostreranno come preparare il burro e il formaggio. 

Sabato 29 novembre il museo proporrà un altro aspetto della vista pastorale, la transumanza autunnale del bestiame tra gli alpeggi e i paesi del Mottarone attraverso le immagini di Valerio Amadori e Giorgio Scalenghe. Farà da prologo una chiacchierata storico musicale, a cura della Compagnia dij Pastor, dal titolo ‘Per monti, boschi e prati. Il lavoro del contadino di montagna nella cultura tradizionale’. Dalle 17 con ingresso gratuito.

lunedì 27 ottobre 2014

In viaggio col drago a... Crea e Casale Monferrato


L'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone propone:

Domenica 9 Novembre 2014 - In viaggio col drago
Visita a Crea e Casale Monferrato

Partenza in pullman da Gozzano ore 7.30
Arrivo a Crea alle ore 9.00

........il tempo di bere un caffè.......

Visita al Santuario di Crea (dedicato a Maria Assunta) e al Sacro Monte

Pranzo tipico

Alla scoperta di Casale Monferrato, visita alla Cattedrale di S. Evasio consacrata nel 1107
Visita alla Sinagoga ed al suo Museo

Rientro in pullman con partenza alle ore 17.30 circa


COSTI DI PARTECIPAZIONE

Con card "Amici dell`Ecomuseo" e ragazzi: 50 euro
Senza card: 65 euro

CAPARRA: 15 euro

La quota comprende:
spostamenti in pullman, pranzo bevande incluse, biglietti d`ingresso, visite guidate e accompagnamenti.


--------------------------------------------------------------------------------


POSTI LIMITATI!   PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO MARTEDI' 4 NOVEMBRE 2014

Contattare
Ecomuseo del Lago d`Orta e Mottarone
Tel. 0323.89622 Fax. 0323.888621
www.lagodorta.net - ecomuseo@lagodorta.net

I GRANDI OSPITI: Ludwig von Welden

Ecomuseo Cusius e La Finestra sul Lago
presentano
I GRANDI OSPITI: von Welden
cene a Km0 sulla sponda Occidentale del lago d'Orta

Venerdì 31 ottobre alle 20,00 presso l'Agriturismo "Il Barchetto", terzo appuntamento a  Madonna del Sasso per le Cene a Kilometro Zero dell'Ecomuseo Cusius.

Il "Grande Ospite" sarà Franz Ludwig Von Welden, ufficiale austriaco dell'era napoleonica, che fece conoscere all'Europa il Monte Rosa e l'incanto romantico del lago d'Orta. Sarà possibile così conoscere un personaggio versatile, dal "multiforme ingegno", intelligente osservatore del nostro territorio nella prima metà dell'Ottocento, oltre che elegante e garbato scrittore. E in chiusura di serata una raffica di "gossip" inediti o quasi sul Von Welden e sui nostri  "Grandi Ospiti".
E a proposito di piccoli fatti inediti, nel corso della serata di sabato 25 ottobre dedicata a Giovanni Achille Cagna si è scoperto che l'Agriturismo "Il Barchetto" si trova proprio nel luogo dove giungono gli "Alpinisti Ciabattoni" del romanzo alla ricerca di latte fresco appena munto! Una chicca per gli appassionati di letteratura e per coloro che amano il nostro territorio.
Tutto questo e altro a intercalare gli ottimi piatti della cucina dell'Agriturismo  "Il Barchetto", che il 31 ottobre proporrà:
Saccottino di zucca - Quiche con cavolo rosso e toma - Zuppa di cipolle - Quaglie al forno con polenta - Torta di castagne

il prezzo (bevande e vini esclusi) è di € 20,00 a testa - prenotazione obbligatoria - informazioni  e prenotazioni presso Ecomuseo Cusius 0323 89622 ecomuseo@lagodorta.net o presso Ass.Cult. LA FINESTRA SUL LAGO
0322 96333 / 347 4683319 / 328 4732653 - lafinestrasullago@libero.it

VENERDÌ 31 ottobre ore 20 Agriturismo IL BARCHETTO
località Alpe Barchetto - Boleto - Madonna del Sasso

La partecipazione alla cena è un mezzo per conoscere e sostenere le attività e le iniziative dell’Ecomuseo Cusius, uno scrigno di veri tesori da imparare a conoscere e apprezzare.
L'Ecomuseo, che abbraccia l’area del Cusio, della Val Strona, del Mottarone fino alle porte della Val d’Ossola e ai pendii che digradano verso il Lago Maggiore, può essere immaginato come una rete che intreccia aree e temi, per la riscoperta dell’intero territorio, non solo nei suoi aspetti culturali, ma anche in quelli paesaggistici, della cultura materiale, dell’artigianato e dell’industria locale, delle opportunità per il tempo libero rivolti anche al turismo più esigente.

venerdì 17 ottobre 2014

Le cene a km 0


Per il secondo anno gli agriturismi Chiara e Il Barchetto di Madonna del Sasso presentano le loro specialità a kilometro zero, in collaborazione con la Finestra sul Lago che cura il menù letterario, per 4 cene 4, succulente e di alta qualità.
Tema di questa edizione: personalità della Storia e della Letteratura che hanno amato e fatto conoscere il lago d`Orta.
Da Franz Ludwig Von Welden al suo contemporaneo Carlo Porta, da Luigi Cagna al torinese Mario Soldati.
Nel corso delle cene verrà quindi raccontato il rapporto di questi illustri ospiti con il lago, si parlerà della loro produzione letteraria con citazioni dai loro scritti e, ciliegina sulla torta, un angolo del gossip: un occhio al buco della serratura sulla loro vita privata con prelibatezze e primizie succulente almeno quanto quelle che saranno servite in tavola!

Cene a Km0 sulla sponda Occidentale del lago d`Orta  -  "I Grandi Ospiti"

Sabato 18 Ottobre 2014 a cena con Mario Soldati presso l`azienda agricola CHIARA, loc. al sasso- Centonara.

Le cene avranno inizio alle ore 20, il costo a persona (esclusi vini e bevande) è di euro 20.00.

Prenotazione obbligatoria presso Ecomuseo allo 0323.89622, o presso La Finestra sul Lago allo 0322.96333.


In gita col drago... all'ecomuseo di Malesco



GITA CON L`ECOMUSEO a Malesco

L`ECOMUSEO ED LEUZERIE E DI SCHERPELIT

Domenica 26 Ottobre 2014 - In viaggio col drago
Visita a Malesco e al territorio dell`Ecomuseo

Partenza in pullman da Gozzano ore 7.30

Malesco la sua valle e le tradizioni

Visita al Mulin dul Tac
Visita al Museo Archeologico
Aperitivo assaggiando la tradizione

Pranzo tipico presso l`Osteria del Leon d`Oro

Passeggiata in centro storico a Malesco
Trasferimento a Santa Maria Maggiore e visita al Laboratorio della Latteria Vigezzina

Rientro in pullman con partenza alle ore 17.00 circa


COSTI DI PARTECIPAZIONE

Con card Amici dell`Ecomuseo e ragazzi: 50 euro
Senza card: 65 euro

CAPARRA: 15 euro

La quota comprende:
spostamenti in pullman, pranzo bevande incluse, biglietti d`ingresso, visite guidate e accompagnamenti.

POSTI LIMITATI! PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Per partenza da Gozzano: contattare
Ecomuseo del Lago d`Orta e Mottarone
Tel. 0323.89622 Fax. 0323.888621
www.lagodorta.net - ecomuseo@lagodorta.net

Per partenza da Masera: contattare
Ecomuseo ed Leuzerie e di Scherpelit
Tel. 0324.92444
info@comune.malesco.vb.it

mercoledì 1 ottobre 2014

Un nuovo blog sulla storia di Pella, Alzo e frazioni

La Famiglia Alzese, storica e vivace realtà culturale con sede ad Alzo di Pella, ha dato vita al blog http://famiglialzese.blogspot.it in cui vengono pubblicati frammenti di storia delle comunità di Pella, Alzo e frazioni. Vi consigliamo di seguirlo, perché i contenuti sono davvero interessanti.

mercoledì 24 settembre 2014

Le novità su San Filiberto


Lo scopo principale del convegno promosso ad Alzo era quello di richiamare l'attenzione sulla necessità di procedere in tempi rapidi al restauro di san Filiberto di Prorio, in modo particolare come obiettivo primario quello del campanile romanico che, a detta di molti studiosi, è un gioiello del medievo da salvare e salvaguardare.

Lo scenario della natura circostante ha favorito la presenza di molte persone che hanno seguito, con molto interesse, la giornata di studio sul Complesso Monumentale di san Filiberto di Prorio richiamando studiosi ed appassionati che, sin dalla mattinata di sabato 13 settembre, si sono raccolti sul sagrato della chiesa di san Filiberto per ascoltare l'archeologa Francesca Garanzini la quale ha illustrato i primi  risultati dei recenti scavi che hanno portato alla luce tracce di un'antica abside. 

Le relazioni degli studiosi  sono proseguite nel pomeriggio presso la sede dell'associazione Famiglia Alzese: all'archeologa Garanzini, che ha completato l'intervento lanciando l'opportunità di nuove prospettive di ricerca, ha fatto seguito la storica Fiorella Mattioli Carcano dell'associazione "Cusius" che ha sviluppato il tema sul culto di san Filiberto e di altri santi nel Medioevo cusiano.
Con  un intervento d'oltre Alpe dell'associazione "Les Amis de l'Ile de Noirmoutier"   della storica francese  Marie Therèse Reed dal titolo "Saint Philiber in Francia: memorie e arte", abbiamo ascoltato  la testimonianza importante del culto di questo santo, testo che è stato tradotto e letto da  Cosetta Dal Cin, anch'essa storica dell'arte ed apprezzata guida turistica del nostro territorio.
Non è mancata la presenza spirituale di Madre Cànopi, abbadessa del monastero delle Benedettine dell'isola di s. Giulio, che con una lettera indirizzata a Bruno Nicolazzi,  Presidente dell'associazione alzese, ha espresso il suo augurio per il buon esito della giornata.
Dopo una breve pausa, sono  ripresi gli interventi con  Angelo Marzi sull'argomento "La chiesa romanica e i degrado dell'ambiente", seguito da Piero de Gennaro che ha illustrato la via Crucis e le lapidi all'esterno della chiesa di san Filiberto.
Ha presentato e coordinato i relatori  Andrea Del Duca, direttore dell'Ecomuseo del lago d'Orta.
L'iniziativa, promossa dall'associazione culturale Famiglia Alzese, dall'Associazione storica Cusius e da Soroptimist Club Alto Novarese con il patrocinio della Parrocchia di Alzo e Pella e del Comune di Pella, ha registrato la presenza di autorità, giornalisti e rappresentanti di Enti ed Associazioni, e del dott. Nobile della Fondazione Comunità Novarese, autorevole partner che  supporta ed incoraggia le iniziative tese a raccogliere finanziamenti necessari  per procedere ai restauri del complesso monumentale, il quale ha sottolineato la necessità di un coinvolgimento della popolazione per questo patrimonio d'arte e di cultura della collettività.
E  in merito ai contributi che vengono elargiti per i restauri, alcune socie del club Soroptimist hanno consegnato un assegno di quattromila euro, frutto di una raccolta di denaro destinato al restauro di una cappella della via Crucis che rientra in quegli  interventi strutturali  già eseguiti  su tre cappelle pericolanti delle quattordici esistenti,  sulla  regimentazione delle acque piovane e la canalizzazione delle gronde, opere estremamente necessarie per limitare il continuo ed incessante degrado.
La giornata di studio ha raccolto molti apprezzamenti e consensi, gratificando gli organizzatori che sperano di avere suscitato un maggior interesse sulla necessità di intervento con immediati restauri, mentre verranno pubblicati gli atti del convegno e saranno messi a disposizione di chiunque sia interessato.

martedì 2 settembre 2014

SAN FILIBERTO E LA RIVIERA OCCIDENTALE DI SAN GIULIO

 Giornata di studio
 SAN FILIBERTO E LA RIVIERA OCCIDENTALE DI SAN GIULIO
 ALZO, sabato 13 SETTEMBRE 2014


ORE 11   Visita guidata alla chiesa romanica di San Filiberto (a Prorio di Pella,  Lago d'Orta)

ORE 13 Rinfresco nel giardino di Casa Durio in Alzo per i relatori e i loro ospiti

ORE 14,30 Incontro presso la Sede della Associazione ‘Famiglia Alzese’
Coordina Andrea Del Duca (Ecomuseo del Lago d’Orta)
Saluti dei promotori e delle autorità

Francesca Garanzini, Soprintendenza ai Beni Archeologici del Piemonte,
Recenti indagini archeologiche presso la chiesa di San Filiberto: primi risultati
e prospettive di ricerca
Fiorella Mattioli Carcano, Associazione Storica ‘Cusius’,
Il culto di San Filiberto e di altri santi nel Medioevo cusiano
Marie Therèse Reed, Associazione “Les Amis de l’Ile de Noirmoutier”,
Saint Philber in Francia: memorie e arte (Testo letto da Cosetta Dal Cin)
[Pausa]
Angelo Marzi, La chiesa romanica e il degrado dell'ambiente
       Piero de Gennaro, La Via Crucis e le lapidi all'esterno della chiesa
      Marina Dell’Omo, L’ancona lignea di San Filiberto

Iniziativa promossa da
ASSOCIAZIONE CULTURALE FAMIGLIA ALZESE
ASSOCIAZIONE STORICA CUSIUS
SOROPTIMIST CLUB ALTO NOVARESE
 
con il patrocinio di:
PARROCCHIA DI ALZO E PELLA
COMUNE DI PELLA
     
Alla giornata di studio farà seguito la pubblicazione degli atti.
Per informazioni: Emanuela Valeri [emanuela.valeri@gmail.com]

giovedì 7 agosto 2014

Laghi e Luoghi Cinematografici 2014




Sabato 16 agosto 2014 prenderà il via “Laghi e luoghi cinematografici”, la rassegna cinematografica  che intende raccontare il lago attraverso vari film che hanno come scenografia “l’ambiente lago”. Il mezzo cinematografico diventa quindi veicolo di promozione turistica, non solo per i visitatori, ma anche per gli abitanti dei luoghi raccontati che possono ri-scoprire i paesaggi di casa. 
Questo l’obiettivo da raggiungere con il progetto sviluppato in sinergia tra l’Associazione La Traccia, Piemonte Movie e l’Ecomuseo Cusius, che vede nell’organizzazione di una rassegna cinematografica itinerante lo strumento per coinvolgere il Cusio e le terre che si estendono tra le provincie di Novara e di Verbania.

Questo il programma della rassegna:

Sabato 16 Agosto, alle ore 21 a Pettenasco – Piazza Unità d’Italia verrà proiettato “Hotel Meina” di Carlo Lizzani.

Venerdì 22 Agosto, alle ore 21 a Orta San Giulio – Piazza Motta verrà proiettato “La Voce sola” di Marco Ottavio Graziano. A seguire proiezione del video “Patrimonio di una comunità”.

Sabato 23 Agosto, alle ore 21 a Pratolungo di Pettenasco – Piazzale della Chiesa verrà proiettato “Venga a prendere il caffè da noi” di Alberto Lattuada.

Sabato 30 Agosto, alle ore 21 a Casale Corte Cerro – Museo Latteria Ternaria verrà proiettato “ Sul lago dorato” di Mark Rydell.

Sabato 6 Settembre, alle ore 21 a Nonio – Cortile ex Ospedale Moglini verrà proiettato “La ragazze del lago” di Andrea Molaioli.

Sabato 13 Settembre, alle ore 21 a San Maurizio d'Opaglio – Teatro degli Scalpellini verrà proiettato “Grand Hotel Exelsior” di Castellano e Pipolo.


Info:
Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone
Via Fara 7/A
28028 Pettenasco (NO)
Tel. 0323.89622; fax 0323.888621; ecomuseo@lagodorta.net;
http://www.lagodorta.net

giovedì 10 luglio 2014

22° Convegno Walser


Sabato 26 luglio 2014 con inizio alle ore 9,30
presso la Chiesa Parrocchiale di Campello Monti
che si terrà il 22° “CAMPELLO  E  I  WALSER”
organizzato da Walsergemeinschaft Kampel


Interventi

Battista Beccaria: Il Sempione via medioevale per i commerci verso l'Europa e via di immigrazione dei Walser verso il Sud delle Alpi.

Paolo Crosa Lenz e Paola Tensi Pesce: I Bandi Campestri, le regole comunitarie di Campello Monti.


Marina Dell’Omo:  La decorazione della chiesa parrocchiale di Campello Monti.


N.B.- E’ gradita la partecipazione in costume di rappresentanti la Vostra Comunità Walser.

Attenzione : Il pranzo sarà curato dalla Locanda “alla Vetta del Capezzone”.
Prenotazione obbligatoria ,“citando Convegno Walser”, telefonando allo: 0323/885113. 
I posti sono assai limitati e pertanto è indispensabile la prenotazione entro il 23 luglio 2014
Costo : € 25,00  

mercoledì 28 maggio 2014

Giornate degli Ecomusei

Anche gli associati si mobilitano...

GIORNATE DEGLI ECOMUSEI DEL PIEMONTE 2014


Gli ecomusei della Rete Piemontese ancora una volta uniti nell’obiettivo di raccontare le diversità dei propri territori e mostrare i tanti risultati, piccoli e grandi, ottenuti in quasi vent’anni di attività. È quanto succederà dal 1° al 15 giugno, periodo dedicato alle “Giornate degli ecomusei 2014”: aperture straordinarie,  presentazioni, convegni e seminari, feste e sagre, laboratori per grandi e piccini, passeggiate e degustazioni. Tutto all’insegna della riscoperta dei valori culturali, storici, paesaggistici, ambientali che rendono unico il nostro territorio. 

Un insieme di occasioni per incontrarsi, riscoprire il valore profondo delle memorie e conoscere un patrimonio di cui ognuno di noi deve prendersi cura. Tutte le iniziative per la conoscenza, la valorizzazione e la promozione del territorio nascono da un progetto condiviso dagli ecomusei soci della Rete che hanno saputo, nel corso degli anni, tessere relazioni con il territorio, con altri soggetti e soprattutto con le comunità locali. Perché questo è il ruolo degli ecomusei: recuperare ciò che rende unico un territorio, proteggerlo e operare per farlo conoscere alla sua gente, prima di tutto, e poi a chi viene dall'esterno, al turista, che non potrà avere miglior guida di chi lo vive, lo ama e come tale lo racconta. 

Gli ecomusei propongono dunque un insieme di attività e iniziative diverse, ognuna propria del carattere dell’ecomuseo che lo propone e coerente con il luogo di riferimento, un evento aperto a tutti, in grado di richiamare l’attenzione dei cittadini, dei media e delle autorità sulle azioni che ogni ecomuseo ha svolto, e svolge quotidianamente, per il proprio territorio.

In particolare, l’Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone parteciperà alle “Giornate gli ecomusei 2014” con l’iniziativa “Tra faggi e sorgenti” terza tappa di Scopriamo Girolago 2014, un trekking tra il lago d’Orta e la Valsesia di 16 km. Per info e iscrizione (obbligatoria): tel. 0323.89622; ecomuseo@lagodorta.net 

lunedì 12 maggio 2014

RIAPERTURA FONDAZIONE CALDERARA


Dal 15 maggio 2014 al 15 ottobre 2014 riapre la Fondazione Calderara di Vacciago di Ameno

La Collezione Antonio Calderara nacque grazie alle acquisizioni e agli scambi che il Maestro fece con artisti suoi contemporanei, a lui legati da rapporti di stima e amicizia o di affinità di ricerca. Così egli compose quella che con semplicità e modestia volle intitolare La storia di Antonio Calderara e una scelta di artisti contemporanei suoi amici, composta da 327 opere di pittura e scultura - di cui 56 di sua stessa mano e 271 di diversi artisti europei, americani, giapponesi e cinesi. Fu proprio il Maestro, consapevole dell’enorme valore della sua collezione, ad aprire le porte della sua casa-studio all’interno di un bellissimo palazzo secentesco a Vacciago di Ameno, un piccolo paese sulla sponda orientale del Lago d`Orta.


Esposizione:

Vacciago di Ameno
aperta al pubblico dal
15 maggio al 15 ottobre
dal martedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00

Sabato e domenica
dalle 10.00 alle 12.00
e dalle 15.00 alle 18.00
Chiusa il lunedì.
Ingresso gratuito.

venerdì 9 maggio 2014

RIAPERTURA MUSEO DELL`OMBRELLO

Dal 15 aprile al 15 settembre 2014 è aperto il Museo dell`Ombrello e del Parasole di Gignese.

Nato da un progetto di Igino Ambrosini, figlio e fratello di ombrellai (1883 - 1955) già fondatore del Giardino Botanico Alpinia, il museo si insediò nel 1939 al piano superiore delle scuole elementari. L`allestimento ricchissimo di materiale e pieno di fascino era testimonianza dell`amore per il proprio paese e per il proprio lavoro. 

Nel 1976 il Museo dell`Ombrello e del Parasole si trasferì nell`attuale edificio costruito grazie alla collaborazione del Comune e dell`Associazione Amici del Museo presieduta allora da Zaverio Guidetti, industriale (manco a dirlo) dell`ombrello di Novara. L`edificio, se si osserva dall`alto delle gradinate della Chiesa Parrocchiale di San Maurizio ha la pianta a forma di tre ombrelli aperti affiancati. 

Nelle vetrine al piano terreno sono esposti circa 150 dei 1500 pezzi inventariati, soprattutto parasole e parapioggia che ripercorrono l`evoluzione della moda dall`800 ad oggi. Accanto ad essi i materiali di copertura, la seta e le fibre sintetiche, le impugnature in avorio, in legno, in argento, le minuterie che contribuiscono a rendere l`ombrello un oggetto pratico, bello ed elegante. Al piano superiore le testimonianze storiche sull`uso del parasole e del parapioggia, i figurini di moda e le testimonianze dell`attività degli ombrellai: dalle foto dei pioneri a una raccolta degli attrezzi di lavoro, alle barselle cioè le sacche di cuoio o di legno contenenti l`occorrente per i riparazioni, agli oggetti legati alla vita quotidiana degli ambulanti fino alle fatture delle fabbriche sparse in tutta Italia. Due grandi ombrelloni, dipinti da Felice Vellan, raccontano nei loro spicchi due vite esemplari di ombrellai. La nascita povera, l`apprendistato, i primi guadagni lontano da casa, il felice matrimonio, i figli, il successo ed il ritorno al paese in cui l`ex emigrante può profondere le sue ricchezze per il bene comune ed infine riposare in pace in una ricca tomba che nobilita il piccolo cimitero. 
Storia naïf ma specchio di una realtà di migrazione che ha portato l`abilità degli ombrellai del Vergante in tutto il mondo. Un pannello, inoltre, registra il tarusc, il gergo con cui questi artigiani comunicavano tra loro per difendersi dalla diffidenza della popolazione. I circa 10.000 visitatori annuali raccontano l`interesse di un pubblico che per metà è composto da stranieri e proprio questo interesse è la spinta a migliorare costantemente le strutture e le possibilità di accoglienza con la collaborazione di tutti coloro che credono che il futuro si costruisce solo radicandosi nel passato.

Il museo è stato recentemente ospite della trasmissione I fatti vostri, su Rai 2 che potete rivedere qui.

Apertura e Orario:

dal martedì alla domenica 
dalle 10.00 alle 12.00 
e dalle 15.00 alle 18.00

lunedì non festivo chiuso

Telefonare a:
0323.89622 - 20067 - 347.4457160

Fax:
0323.208064 - 20772

E_Mail: 
gignese@ruparpiemonte.it

Via Golf Panorama, 2 
28836 Gignese (VB)

giovedì 8 maggio 2014

AVR incontra l'Europa al Museo del Rubinetto


L’industria italiana delle valvole della rubinetteria sanitaria si trova di fronte a due sfide importanti per il proprio futuro: l’evoluzione in corso dei provvedimenti comunitari e nazionali relativi ai materiali a contatto con acqua destinata al consumo umano e la sempre maggiore attenzione data dalle istituzioni alla riduzione dell’impatto ambientale e del consumo energetico dei prodotti.
Da un lato, le scelte dei paesi aderenti all’iniziativa 4MS e la prossima revisione del Decreto Ministeriale 174/2004 influenzeranno in maniera significativa i materiali e i rivestimenti superficiali dei prodotti.
Dall’altro, è in corso uno studio di valutazione della Commissione Europea che definirà i requisiti da applicare per ridurre il consumo di acqua (e di energia) dei rubinetti.
La prima parte del convegno sarà dedicata alla presentazione dell’European Water Label, lo schema di classificazione elaborato dal CEIR per la misura del consumo di acqua dei prodotti della rubinetteria sanitaria.
Insieme agli ospiti dell’Associazione europea vedremo come l’European Water Label sia una grande opportunità per le aziende italiane. Non solo permette di fornire informazioni semplici e credibili sull’effettivo consumo di acqua dei prodotti ma, soprattutto, può evitare l’imposizione di requisiti obbligatori inadeguati che potrebbero avere un impatto negativo sul mercato e sulle scelte dei consumatori.
L’evento sarà inoltre un importante momento di confronto con l’Istituto Superiore di Sanità sull’attività in corso a livello italiano per la revisione del D.M. 174/2004. In particolare, sarà affrontato il tema dei rivestimenti metallici a contatto con acqua potabile e delle opzioni esistenti a livello europeo per regolamentare in maniera adeguata i trattamenti di nichelatura e cromatura per valvole e rubinetti.
All’evento interverrà l’ente di certificazione NSF per illustrare OQC, un marchio di registrazione di prodotto creato al fine di valorizzare quei prodotti aventi un alto livello di qualità e validandone l’origine della manifattura italiana.
Il pomeriggio si concluderà con la presentazione dell’iniziativa scandinava riguardante l’accettazione dei materiali a contatto con acqua potabile.


Venerdì 9 maggio 2014 - 14.00 ‐ 18.30 ‐ c/o Teatro degli Scalpellini - San Maurizio d’Opaglio (Novara)
AVR incontra l’EUROPA. Un incontro aperto ai costruttori di valvole e rubinetti


IL MUSEO

Il “Museo del Rubinetto e della sua Tecnologia” di San Maurizio d’Opaglio, è un unicum al mondo; esso affronta l’affascinante ed atavico argomento del sofferto rapporto dell’uomo con l’acqua in un percorso dal quale riemerge il cammino dell’umanità da un insolito punto di vista: la storia dell’igiene e delle innovazioni tecnologiche (di cui rubinetti e valvole costituiscono i componenti fondamentali) che hanno permesso di dominare l’elemento liquido, trasformando la cura del corpo da una pratica di lusso per pochi a fenomeno di massa.


Sede e contatti 
Piazza Martiri 1
28017 San Maurizio d`Opaglio (NO)

Contatti telefonici c/0 Ecomuseo del Lago d`Orta e Mottarone
Tel. +39 0323.89622
Fax + 39 0323.888621

Informazioni generali: info@museodelrubinetto.it

Sito internet: www.museodelrubinetto.it


Aperto tutti i venerdì sabato e domenica
Dalle ore 15.00 alle ore 18.00

mercoledì 16 aprile 2014

Inaugurazione Museo della Latteria Consorziale Turnaria


Inaugurazione Museo della latteria turnaria a Casale Corte Cerro
Comune di sale Corte Cerro
Ecomuseo Cusius del Lago d’Orta e Mottarone

Fondazione Cariplo

invitano a 

inaugurazione del
 Museo della Latteria Consorziale Turnaria
di Casale Corte Cerro
 via Superiore – vicolo della Latteria
sabato 26 aprile 2014



ore   9,30   accoglienza
ore 10,00   saluto delle autorità – cerimonia di inaugurazione
ore 10,30   presentazione dei lavori – convegno storico
presso la sala polivalente della nuova struttura

 interverranno
                   
arch. Giorgio Ingaramo, arch. Laura Apollonio, progettisti  dei lavori di allestimento

ing. Fabio Valeggia, curatore della documentazione filmografia

dott.sa Elena Poletti, ricercatrice

dott. Andrea Del Duca, direttore di Ecomuseo Cusius

prof. Massimo M. Bonini, storico locale

a seguire Domenico Brioschi e Adriana Zamboni, dell’associazione La Finestra sul Lago di Lagna presenteranno “Storie di latte e altre storie”, 
piccola piece in ricordo del lavoro di un tempo.

 ore 12,00   visita guidata ai locali del museo


ore 13,00   rinfresco presso il Tendone di San Giorgio, piazza della Chiesa

domenica 30 marzo 2014

Un lago in giallo


SABATO 5 APRILE ORE 16.00
Presso la Sala Consiliare di Pettenasco
tornano i Libri di Lago con “Un Lago in Giallo”.

saranno presentati i romanzi

LA STRETTA DEL LUPO di Francesca Battistella
LA ROCCIA NEL CUORE di Antonella Mecenero


Francesca Battistella, classe ’55, ha alcune grandi passioni: il suo Piero, gli infernali nipoti Cecilia e Tommaso, ballare l’hip-hop come Jacko, leggere disperatamente e, naturalmente, scrivere scrivere scrivere…
Ha trascorso quattro anni a testa in giù (Nuova Zelanda) e quarant’anni nella sua amata/odiata Napoli, lavorando, recitando e combinandone di tutti i colori. Adesso vive tranquilla tra il Lago d’Orta, in compagnia della Poiana Dispettosa, della Volpe Max e dei germani reali Pippo e Peppa, e il paese di Massa Lubrense sulla costiera Sorrentina dove possiede un “buen retiro”.
Ha pubblicato tre libri e non ha mai smesso – né mai smetterà – di raccontare e raccontarsi storie…

L'estate è alle porte con i festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia.
Tutti si apprestano a vivere la bella stagione. 
Sul Lago d'Orta, Teresa è alle prese con i lavori alla villa mentre Niki è immersa nei preparativi delle mostre d'arte nella sua galleria.
A Massa Lubrense, invece, Alfredo riceve una telefonata inattesa.
Il clima sereno e vacanziero viene però sconvolto da un omicidio che fa riaffiorare casi sapientemente insabbiati. Un assassino seriale è tornato a uccidere sulle sponde del lago.
La ricerca dell'S.I. richiede l'intervento di Costanza Ravizza, una delle prime profiler italiane.
Costanza opera alla sua maniera, altro che profiler di Criminal Minds! avvalendosi anche di chi ha una speciale dote nel capire l'animo umano.
A complicare tutto, i tormenti dell'erudito professor Barberis, la gelosia di Esterina, la bella titolare del bar-ristorante Ai Due Santi, i serpeggianti pettegolezzi su Alberto, affascinante medico, il passato misterioso di Claudio, raffinato intenditore di arte contemporanea.
Un gustoso e vivace giallo con personaggi esilaranti e oscuri, contornato da cene frizzanti, vernissage e gare di catamarani, che non farà rimpiangere lo stile, a tratti sornione e divertito, dell'autrice del fortunato “Re di bastoni, in piedi”.



Antonella Mecenero, trentenne, un master alla Scuola Holden, vive nei pressi del lago d’Orta e ha pubblicato suoi racconti in antologie e nei “Gialli” Mondadori. La roccia nel cuore è il suo romanzo d’esordio.


Sul lago d’Orta una piccola comunità è sconvolta dal suicidio di un adolescente. Due sole persone dubitano che le cose siano proprio come sembrano: un compagno del ragazzo morto e il nuovo parroco del paese. Due opposti modi di vedere il mondo stretti in un’inedita alleanza per svelare un mistero che va infittendosi quando nella basilica vicina sparisce il teschio di un santo. Sulle orme di Fred Vargas, un romanzo d’esordio con qualche tono di giallo dove le digressioni contano quanto gli indizi. Dove la descrizione della realtà, nei suoi risvolti di attualità sociale, si mescola all’immaginario in una geografia costruita tanto su luoghi reali fedelmente descritti quanto sulle loro leggende. 


giovedì 13 marzo 2014

Passato e futuro sul lago d'Orta workshop 22 marzo


WORKSHOP e TAVOLA ROTONDA

“Bacino del Lago d'Orta: Potenzialità e rischi legati allo sviluppo dell'ambiente” 
PASSATO  E FUTURO SUL LAGO D'ORTA

SABATO – 22 marzo 2014 - ore 9.00 
Teatro degli Scalpellini
via Marconi - San Maurizio d'Opaglio (NO)

CONTESTO
In passato il Lago d'Orta è stato uno dei più inquinati del mondo, ma grazie all’operazione “liming, condotta 25 anni fa dal CNR-Istituto per lo Studio degli Ecosistemi, le acque sono limpide e pulite. Uno dei laghi più disprezzati al mondo, un lago “clinicamente morto” è tornato alla vita. Oggi il Lago d'Orta è uno luoghi più attrattavi nel Nord Italia.
Nonostante sia stato risanato il bacino del lago d’Orta non è esente da potenziali minacce. Oggi sono i perduranti squilibri nell’ecosistema a costituire il principale problema.
Ciò può diventare però anche un’opportunità. Con la sua lunga storia di morte e rinascita il lago d’Orta ha le credenziali per diventare, con la collaborazione tra enti pubblici, istituzioni culturali e scientifiche, aziende e residenti, un vero “laboratorio di sostenibilità”.

COINVOLGIMENTO
Tutti gli attori – rappresentanze politiche, amministratori, enti, aziende e istituzioni - sono invitati a partecipare proponendo attività e iniziative future.

IL BRAND TERRITORIALE
Il Turismo e la sua filiera, enti, istituzioni e associazioni culturali dell'area possono utilizzare “Orta Reloaded” quale brand territoriale di identificazione, di promozione e di sviluppo locale per il futuro.

EXPO 2015
Nel 2014 si celebra il venticinquesimo anniversario della rinascita del lago. Nel 2015 si svolgerà “Expo Milano 2015: Nutrire il Pianeta, energia per la vita”.

Inviteremo i visitatori provenienti da tutte le regioni e appartenenti a tutte le culture del mondo a venire sul lago per conoscere questa storia che è unica nel suo genere e può avere un forte impatto positivo se opportunamente condivisa e comunicata.

AZIONI
In previsione a Expo Milano 2015 stiamo programmando un piano operativo che riguarda il futuro del lago. Unisciti e discuti con noi le tue idee e le potenzialità di “Orta Reloaded”.

COME & JOIN 
THE CAMPAIGN “ORTA RELOADED”

Vieni, unisciti e contribuisci con le tue idee. Prendine parte!


PROGRAMMA E CONTENUTI


9,00 Saluti istituzionali

9,30 Inizio dei lavori

Andrea Del Duca -  Direttore Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone: “Il Lago d'Orta può diventare un Laboratorio di Sostenibilità” 

Marina Manca - Direttore CNR-Istituto per lo Studio degli Ecosistemi: “Il Lago d'Orta dal risanamento alla riqualificazione” 

Christoph Potting, giornalista e produttore: “Orta Reloaded: Il Brand  e gli strumenti di comunicazione”

Coffee Break

Martin Atkin – Funnelweb Media: “Il piano di comunicazione Orta Reloaded.  Le potenzialità per il lago e i suoi residenti in relazione a Expo 2015 e oltre”

Alessandra Cacciatore, Navigazione lago d’Orta: “I have a dream – imbarcazioni a pannelli solari sul lago. La navigazione sul Lago d'Orta e il turismo lacuale di oggi”

Coordinano Stefano Tealdi – Stefilm Torino, Christoph Potting
I HAVE A  DREAM
Tavola rotonda: Idee, proposte, eventi, partnership e possibili azioni.

12.30 conclusioni

I relatori

Martin Atkin è Direttore di Funnelweb Media, un’agenzia di comunicazione inglese. È stato il direttore della comunicazione del WWW Internazionale e Direttore creativo di Greenpeace.

Andrea Del Duca è direttore dell’Ecomuseo del lago d’Orta e Mottarone e del Museo del Rubinetto e della sua tecnologia di San Maurizio d’Opaglio. 

Alessandra Cacciatore, Guida Turistica riconosciuta per la provincia di Novara è responsabile marketing per la Navigazione lago d’Orta.

Marina Manca è una ricercatrice specializzata nello studio dell’ecologia e dello sviluppo dello zooplancton nelle acque dolci. Dal 2014 è Direttore del CNR-Istituto per lo Studio degli Ecosistemi.

Christoph Potting è un produttore indipendente tedesco che collabora con un’agenzia di comunicazione a Francoforte. Ha lavorato per 30 anni per la radio e la televisione tedesca. Ha una seconda casa a Pella.

Stefano Tealdi è produttore della casa di produzione Stefilm basata a Torino. E' stato presidente di EDN (European Documentary Network) ed è un esperto per l'Unione Europea del programma MEDIA.

Maggiori informazioni a questo link

mercoledì 12 marzo 2014

Corso per operatore museale


L'ASSOCIAZIONE MUSEI D'OSSOLA
nell'ambito dell'Interreg Terre Alte Documenta IT-CH 2007/2013
promuove un corso per
OPERATORE MUSEALE


Profi lo professionale: Dotato di competenze scienti co-culturali, l’operatore museale collabora nella progettazione di esposizioni e percorsi museali e si occupa di ricerca, tutela, conservazione e valorizzazione dei Beni culturali. Collabora nella cura degli allestimenti espositivi permanenti e temporanei, nella progettazione e gestione delle attività editoriali, partecipa alla progettazione di attività didattiche e di divulgazione scienti ca.

Nel caso di cittadini stranieri si pone come mediatore culturale tra la propria comunità di appartenenza e la cultura del territorio.
• Quando: marzo/giugno 2014 lunedì e mercoledì dalle 17.00 alle 20.00 (NB non dalle 16 come indicato nella locandina)
• Dove: presso Formont in Villadossola, via Boldrini, 38
• Requisiti in ingresso: Diploma scuola media superiore/Laurea
• Certificazione finale: Attestato di frequenza con certificazione delle competenze acquisite
Attestato sicurezza
• Posti disponibili: 30 di cui il 20% riservato a cittadini stranieri in possesso di buona conoscenza della lingua
italiana e titolo di studio adeguato
• Costi: il corso è completamente gratuito

lunedì 24 febbraio 2014

Storie di lago



Proseguono gli incontri coi “libri di lago” organizzati dall’Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone. 

Sabato 1 marzo alle ore 16 presso la sala consiliare del comune di Pettenasco è la volta di “Storie di lago”, un incontro con Domenico Brioschi e Giorgio Rava. 

Il primo parlerà di “Villa Pirla. Ma procediamo con ordine”, biografia di un autentico “Gigante del Palcoscenico”. Stiamo parlando, naturalmente, del più grosso basso lirico dell’Ottocento, il milanese Achille Bianchini, nome d’arte di Antonio Scazzosi, nato il 10 ottobre 1843 in una modesta cascina dalle parti di Magenta. Dotato di “un fisico imponente e di una voce erculea”, per citare le parole del suo più illustre e finora unico biografo, il Brioschi appunto, Bianchini calcò le scene per oltre 40 anni facendosi notare per una voce che “si diceva provenire nientemeno che dal centro della terra”. La sua figura è indissolubilmente legata a “Villa Pirla” una costruzione dall’architettura discutibile attorno a cui ruotava una stramba e variegata umanità. 

Giorgio Rava presenterà alcuni dei suoi libri. Cominciando da "Ortelius”, una raccolta di racconti che prendono linfa dal nostro territorio. Un percorso attraverso la vita vera profondamente popolare, con uno sguardo delicato, a volte divertito, sempre sensibile e incline a fantasticare. Per passare poi alle “Ricette anarchiche. Tra Lago d'Orta Maggiore e oltre” che parlano di un rapporto amoroso dalle lontane radici, di ricordi della primissima infanzia a cui si aggiunge la personale passione dell’autore per il cucinare. Con l’idea che “la vita è un minestrone o una bouillabaisse, noi ne siamo i cuochi, sta a noi condirla, farla più o meno saporita, trovarne i giusti ingredienti”. Per concludere con "Lago Etiliko" una raccolta di poesie ispirate da Bacco, sogni che divagano tra la bellezza commovente della natura e il bicchiere, nella stagione più bella di un uomo che ha tante cose da raccontare. Il testo è impreziosito da illustrazioni di personaggi reali ed immaginari, frutto di un'attenta, un po’ ironica, ma sempre affettuosa osservazione dei suoi compagni di viaggio.

 Info: 0323.89622; ecomuseo@lagodorta.net








giovedì 30 gennaio 2014

Ritornano i "libri di lago" dell'ecomuseo.



Riprendono gli appuntamenti con “Libri di lago”, la proposta dell’Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone per far conoscere libri che parlano del nostro territorio, scritti da autori che vivono sul lago d’Orta e nei paesi circostanti.

Il primo appuntamento è sabato 1 febbraio h. 16,00, a Pettenasco nella sala consiliare 

Parleranno di turismo e trekking sui laghi:

Oreste Pastore, autore di “Il turismo nel Verbano Cusio Ossola”.

Fabio Valeggia, autore di “Trekking sul lago d’Orta”.

Continua a leggere


venerdì 24 gennaio 2014

Document-Azione: documentario su Briga Novarese

Nell'ambito del ciclo di incontri “Document-Azione”, giovedì 30 gennaio, h. 21,00, presso la Sala Consiliare di Pettenasco verrà proposto un video documentario su Briga Novarese. 

Tra gli obiettivi degli incontri è primaria l’analisi del territorio, la promozione turistica, il coinvolgimento della cittadinanza alla conservazione della memoria dei luoghi e dei giovani nell’acquisizione di competenze sulla storia del luogo in cui vivono

L’associazione Aquario2012 è nata dall’esperienza legata alle arti visive e alla comunicazione multimediale;   attiva nella tutela del patrimonio ambientale, nella divulgazione di arte e cultura e nella promozione del territorio e delle sue risorse, supportando elementi che diano nuove idee e impulsi alla società, come mezzo di solidarietà sociale per il benessere comune.

Prossimi incontri:

Libri di lago presenta: TURISMO E TREKKING SUI LAGHI
Sabato 1 febbraio, Pettenasco, sala consiliare h. 16,00.

Oreste Pastore, Il turismo nel Verbano Cusio Ossola.
Fabio Valeggia, Trekking sul lago d’Orta.



Pettenasco, sala consiliare. 
Ingresso libero

martedì 21 gennaio 2014

Document-Azione: documentario su Orta San Giulio

Nell'ambito del ciclo di incontri “Document-Azione”, giovedì 23 gennaio, h. 21,00, presso la Sala Consiliare di Pettenasco verrà proposto un video documentario su Orta San Giulio. 

Tra gli obiettivi degli incontri è primaria l’analisi del territorio, la promozione turistica, il coinvolgimento della cittadinanza alla conservazione della memoria dei luoghi e dei giovani nell’acquisizione di competenze sulla storia del luogo in cui vivono

L’associazione Aquario2012 è nata dall’esperienza legata alle arti visive e alla comunicazione multimediale;   attiva nella tutela del patrimonio ambientale, nella divulgazione di arte e cultura e nella promozione del territorio e delle sue risorse, supportando elementi che diano nuove idee e impulsi alla società, come mezzo di solidarietà sociale per il benessere comune.

Prossimi incontri:

Associazione Aquario2012: documentario su Briga Novarese.
Giovedì 30 gennaio, h. 21,00

Pettenasco, sala consiliare. 
Ingresso libero

mercoledì 15 gennaio 2014

Document-Azione: Fabio Valeggia e la memoria del ciabattino


Inizia giovedì 16 gennaio 2014 il ciclo di incontri Document-Azione. Tra gli obiettivi è primaria l’analisi del territorio, la promozione turistica, il coinvolgimento della cittadinanza alla conservazione della memoria dei luoghi e dei giovani nell’acquisizione di competenze sulla storia del luogo in cui vivono

Fabio Valeggia, di professione ingegnere, ama cimentarsi nel campo artistico, in quello dei fumetti e delle illustrazioni per l`infanzia. Appassionato di storia locale, è innamorato del Lago d`Orta e del territorio che lo circonda e sovente ne percorre sentieri e antiche mulattiere in sella alla sua mountain bike. In questi anni ha collaborato a numerose pubblicazioni di storia locale e ha dato alle stampe diversi libri che guidano alla scoperta del territorio intorno al lago.

Seguiranno gli incontri con l’associazione Aquario2012, nata dall’esperienza legata alle arti visive e alla comunicazione multimediale; è  attiva nella tutela del patrimonio ambientale, nella divulgazione di arte e cultura e nella promozione del territorio e delle sue risorse, supportando elementi che diano nuove idee e impulsi alla società, come mezzo di solidarietà sociale per il benessere comune.

CALENDARIO
Fabio Valeggia: “il ciabattino” e l’archivio della memoria.
Giovedì 16 gennaio, h. 21,00
Associazione Aquario2012: documentario su Orta San Giulio.
Giovedì 23 gennaio, h. 21,00 
Associazione Aquario2012: documentario su Briga Novarese.
Giovedì 30 gennaio, h. 21,00

Pettenasco, sala consiliare. 
Ingresso libero
Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedì al venerdì). info : ecomuseo@lagodorta.net P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030