lunedì 18 giugno 2018

RICORDO DI CLAUDIO ALBERTINI




Ho conosciuto Claudio Albertini quindici anni or sono, quando entrammo insieme a far parte dell’assemblea di Ecomuseo Cusius e soprattutto quando l’ho avuto come componente del consiglio direttivo del medesimo ente, dal 2013 al 2016. Era persona di poche parole, ma proprio per questo i suoi interventi risultavano sempre mirati ai temi in discussione e improntati al sano pragmatismo di chi è abituato ad affrontare i problemi con il sano buon senso dei montanari, senza troppi fronzoli e perditempi.
Ma la sua vera natura si rivelava d’improvviso quando si andavano a toccare i temi che più gli stavano a cuore: il territorio e la sua storia, le scoperte archeologiche e, soprattutto, le scienze della terra di cui era profondo e appassionato cultore. Allora, nei momenti di pausa tra una riunione e l’altra, era un piacere starlo ad ascoltare mentre discuteva con l’amico Aldo Maulini di cave e grotte e scavi e scarpinate su e giù per le pendici alla ricerca di qualche ‘sasso’ raro da aggiungere alle loro collezioni. E degli articoli che stava scrivendo per le riviste di settore, dei libri che aveva in progetto o delle lezioni che andava a tenere presso l’università di Milano. Ecco, quei momenti sono, credo il miglior riconoscimento che mi hanno lasciato i dodici anni trascorsi ad amministrare l’ente cusiano.
Ora anche Claudio, dopo Aldo, è ‘andato avanti’. E a noi restano i bei ricordi e l’impegno a raccogliere il testimone e proseguire il suo lavoro. Addio, amici.
Massimo M. Bonini
presidente emerito di Ecomuseo Cusius

lunedì 28 maggio 2018

Ottava camminata Lions: le foto

Ieri è stata una bellissima giornata, piena di emozioni e di energia!

Se vuoi scaricare le foto dell'Ottava Camminata Lions ti basta cliccare su questo link per accedere alla cartella in cui trovi le foto.

Ricorda che se vuoi ricevere gli aggiornamenti sulle iniziative culturali che si svolgono attorno al lago d'Orta puoi iscriverti alla newsletter gratuita dell'ecomuseo.

sabato 26 maggio 2018

Ottava camminata Lions






Come già l'anno scorso l'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone ha il piacere di essere partner di questa iniziativa che unisce scopi benefici, attività fisica e la possibilità di ammirare uno dei paesaggi più belli del lago. 

Da lunedì, sempre su questo blog, sarà possibile trovare il link per scaricare le foto della manifestazione, realizzate con la collaborazione del Cinefotoclub Lo specchio del Lago.

Torna quindi a trovarci e se vuoi ricevere gli aggiornamenti sulle iniziative culturali che si svolgono attorno al lago d'Orta puoi iscriverti alla nostra newsletter gratuita.



lunedì 6 novembre 2017

Rosso Mattone - La gita degli Amici dell'Ecomuseo



Chi percorre la strada da Torino per Alba, raramente sa che da Cambiano a Montà viaggia su un pianalto di argilla.
Si tratta di uno spesso strato di argilla, esteso per 400 Kmq, depositato da un grande fiume per milioni di anni. Diecimila anni fa, poi, un terremoto di dimensioni apocalittiche ha sollevato quell’area e il fiume ha cambiato il suo corso: lasciando uno spesso strato di ottima argilla.
Gli abitanti da sempre hanno scavato peschiere in queste argille, sfruttando la proprietà impermeabile dell’argilla. Hanno così costruito importanti serbatoi d’acqua per irrigare campi, abbeverare il bestiame e allevare tinche.
Da millenni queste terre argillose sono diventate risorsa per un’intensa attività di fornace. Il mattone faccia a vista nel nostro paesaggio è protagonista. Numerose sono le testimonianze romane e preziose quelle medievali: ricetti, cascine fortificate, palazzi, santuari e chiese, guglie, portali e finestre finemente decorati con formelle in cotto.

Per scoprire questo suggestivo territorio, nell'ambito del progetto Le Arti della Terra dell’Acqua e del Fuoco gli Amici dell'ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone propongono 

Rosso Mattone

Domenica 12 Novembre 2017 


Programma

Partenza in pullman da Gozzano ore 7.30


CHIERI
Colori caldi e accoglienti, contorni morbidi e flessuosi, tratti armonici e naturali sono solo alcune caratteristiche del paesaggio collinare su cui sorge la cittadina di Chieri.
Visita con accompagnamento al centro storico.

CAMBIANO
Visita all’Antica Fornace con l’Ecomuseo dell’Argilla MUNLAB.

Ristorante “Il Martini”
Pranzo tipico per riempire di gusto la gita.

ANDEZENO
Casa Vitivinicola Balbiano 
Visita alle cantine con degustazione finale.
Rientro in pullman. Arrivo previsto ore 18.00 circa

POSTI LIMITATI
prenotazioni entro Giovedì 9 Novembre

Info e iscrizione (obbligatoria) Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone
Tel. 0323.89622 fax. 0323.888621 
www.lagodorta.net - ecomuseo@lagodorta.net

La gita sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

sabato 9 settembre 2017

Le Eco Logiche di Orta reloaded



Nel 2015 abbiamo celebrato i 25 anni della rinascita del nostro amato lago, dopo decenni di inquinamento, grazie all'operazione "liming". 

Orta Reloaded, così abbiamo voluto chiamare il progetto, è stato un viaggio affascinante alla riscoperta di una storia di successo di cui la comunità di chi vive e ama il lago d'Orta deve essere giustamente fiera. Una mirabile azione scientifica e tecnica, realizzata dalle istituzioni col sostegno della popolazione, che ha ricreato con 20 anni di anticipo le condizioni per la rinascita della vita in quello che era considerato un lago morto.

Ma ricordare il passato non è sufficiente. Il lago d'Orta per la sua storia, le sue caratteristiche e la sua attualità è il luogo giusto per parlare di buone pratiche di sostenibilità, per portare esempi virtuosi di come imprese apparentemente impossibili si possano fare bene e senza nemmeno spendere cifre esorbitanti. 

Da qui la decisione di trovarci sul lago, ogni due anni, per discutere dei temi della sostenibilità. 

Da questa volontà nasce Eco Logiche di Orta reloaded, un convegno e un evento in cui parleremo delle buone pratiche di sostenibilità. Sarà però anche l'occasione per evidenziare quanto di buono viene fatto sul nostro territorio e per confrontarci sulle necessità e le prospettive per il futuro.

martedì 13 giugno 2017

Un convegno internazionale di archeologia sul lago d'Orta





Sepolture di prestigio nel bacino mediterraneo (IV-IX secolo): definizione, immagini, utilizzo

Casa Maria Ausiliatrice
Via Lungo Lago 64, Pella (NO)
28-30 giugno 2017


Programma

Mercoledì, 28 Giugno

            09:00. B. Nicolazzi: Benvenuto del sindaco e apertura
            09:10. P. de Vingo Y. Marano J. Pinar Gil:    Introduzione     degli organizzatori

Sessione 1. Prestigio e privilegio: la vita, il funerale, la tomba
            Presidenza: M. Kazanski, E. Possenti

09:20. P.M. De Marchi (Civico Museo Archeologico di Arsago Seprio): Sepolture: la varietà dei privilegi in età longobarda
09:45. J. Pinar Gil (Università degli Studi di Torino): Inquadrare il prestigio: uno sguardo ai rapporti tra topografia, contenitori e corredi tombali nell'area mediterranea
10:10. G. Mangiameli (Università degli Studi di Bologna): Morte e prestigio: prospettive antropologiche

            10:35. Pausa caffè



11:00. C. Treffort (Université de Poitiers): Le privilège de l'écriture : les inscriptions funéraires comme éléments de distinction du défunt en Gaule au haut Moyen Age
            11:25. G. Bellandi (Laboratorio OsteoArc) Z. Laffranchi (Universidad de Granada)            A. Mazzucchi (Laboratorio OsteoArc): Aspetti bioantropologici delle sepolture di elevato        status sociale
11:50. P. Périn (Musée d'Archéologie Nationale) V. Gallien (Institut National de Recherches Archéologiques Préventives): La tombe de la reine mérovingienne Arégonde (+ vers 580), épouse de Clotaire Ier (511-561) et mère de Chilpéric Ier (561-584)
            12:15. A. Chavarría Arnau (Università degli Studi di Padova): Cimiteri altomedievali in    Italia settentrionale: riflessioni intorno al concetto di sepoltura privilegiata

            12:40. Pausa pranzo

Sessione 2. Materialità della tomba: aspetto, frequentazione, utilizzo
            Presidenza: F. Baratte, V. Fiocchi Nicolai

14:15. A. Rossi (ITT-LSA Ettore Molinari): Sepolture ad sanctos, culto dei defunti e “controllo” delle reliquie al tempo di Agostino
14:40. G. Faccani (Universität Zürich): Martigny et Genève: deux sièges épiscopaux de l’Antiquité tardive dans le contexte de leurs tombes précoces
15:05. M. Rotili (Università degli Studi della Campania): Alcune sepolture di prestigio da contesti meridionali
            15:30. F. Abou Sekeh (Römisch-Germanisches Zentralmuseum): Les tombes des monastères           syriens: humilité et/ou prestige?

            15:55. Pausa caffè



16:15. S. de Blaauw (Radboud Universiteit Nijmegen): A papal mausoleum in late-imperial Rome: Leo the Great in St. Peter’s
            16:40. M.A. Utrero Agudo (Consejo Superior de Investigaciones Científicas): Late Antique           and Early Medieval ecclesiastical architecture in Hispania: from stratigraphy to interpretation      of its burials
17:05. E. Destefanis (Università degli Studi del Piemonte Orientale): La scultura funeraria altomedievale: uno sguardo archeologico su contesti, produzione e ideologia della morte

            17:35. Aperitivo poster

            19:30. Cena


Giovedì, 29 Giugno

Sessione 3. Scenari: geografie, topografie, contesti. 1a parte
            Presidenza: M. Jurković, M. Rotili

09:00. D. Nuzzo (Università degli Studi di Bari): Sepolture privilegiate nella città di Roma e nel suburbio tra tarda antichità e alto medioevo
09:25. M. Moliner (Ville de Marseille): Des sépultures privilégiées de l'Antiquité tardive à Marseille. À propos de certains caractères des découvertes archéologiques de l'abbaye Saint-Victor et de la rue Malaval
09:50. C. Ebanista (Università degli Studi del Molise): Le sepolture privilegiate a Napoli e Cimitile tra tarda antichità e medioevo
10:15. J. Sales Carbonell (Universitat de Barcelona): Power, privilege and prestige: the state of research in Late Antique Tarraconensis

           
            10:40 Pausa caffè

11:00. V.G. Rizzone (Studio Teologico San Paolo) A. Sammito (Soprintendenza Beni Culturali e Archeologici di Ragusa): Sepolture privilegiate nei cimiteri paleocristiani di Sicilia e Malta
11:25. F. Baratte (Université Paris-Sorbonne IV): L'Afrique de la fin de l'Antiquité : sépultures privilégiées ou sépultures de prestige ?
11:50. E. Micheletto (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Alessandria, Asti e Cuneo): L'inumazione privilegiata in Piemonte: stato della ricerca
12:15. T. Vida (Eötvös Loránd Tudományegyetem): Prestige inhumation in Pannonia, between Mediterranean, Germanic and Steppe traditions

            12:40. Pausa pranzo

Sessione 3. Scenari: geografie, topografie, contesti. 2a parte
            Presidenza: P.M. De Marchi, T. Milavec

14:15. Y.A. Marano (Österreichische Akademie der Wissenschaften): Strategie della memoria. Le sepolture privilegiate della Grecia protobizantina
14:40. E. Tzavella (Anoikto Panepistemio Kyprou): How to become visible: elite burials in Greece of the Byzantine 'Dark-Age' period (7th-9th centuries)
15:05. E. Nallbani (Centre National de la Recherche Scientifique) V. Gallien (Institut National de Recherches Archéologiques Préventives): Inhumation et statut social privilégié dans l'ouest des Balkans au haut Moyen Age
15:30. M. Jurković (Sveučilište u Zagrebu) – N. Jakšić (Sveučilište u Zadru): Alcune sepolture di prestigio in Istria e Dalmazia (VIII-IX secolo)

            15:55. Pausa caffè

            16:15. M. Kazanski (Centre National de la Recherche Scientifique) A. Mastykova       (Rossijskaja Akademija Nauk): Les tombes privilégiées de l’époque des Grandes Migrations         dans la  région nord-pontique et leurs parallèles méditerranéens
            16:40. E. Possenti (Università degli Studi di Trento): Sepolture privilegiate in Italia nord-      orientale tra V e VII secolo. Caratteri generali e particolarità locali
17:05. P. de Vingo (Università degli Studi di Torino): Pianificare il riposo eterno in Italia settentrionale tra X e XI secolo. Continuità e discontinuità delle tradizioni funerarie aristocratiche altomedievali

            17:30. Aperitivo poster

            19:30. Cena


Venerdì, 30 Giugno

Sessione 4. Archeologia del lago d'Orta all'aria aperta
           
            09:45. F. Garanzini (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di            Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli): Topografia antica e medievale del lago    d'Orta 1

            10:00. Visita in battello all'Isola di San Giulio

            10:15. F. Garanzini (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di            Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli): Topografia antica e medievale del lago    d'Orta 2
           

            10:30. F. Garanzini S. Caldano: Visita alla basilica di San Giulio

            11:30. Visita in battello a Orta San Giulio

            11:45. G. Angeleri: Benvenuto del sindaco a Orta San Giulio

            11:55. A. Marzi: Visita all'Orta medievale

            13:00. Pranzo


            16:00. Passeggiata al Sacro Monte di Orta


L'ingresso è totalmente libero e gratuito, tutti gli interessati sono i benvenuti.


Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedì al venerdì). info : ecomuseo@lagodorta.net P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030