sabato 27 giugno 2009

MUSEI APERTI 2009

Durante tutto il mese di luglio e di agosto 2009 l’Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone propone l’annuale iniziativa “Musei Aperti”, che ha riscosso negli scorsi anni molto successo.
L’iniziativa coinvolge i siti museali, con un servizio di accoglienza e visita, dove vengono fornite tutte le informazioni necessarie alla conoscenza della realtà dell’Ecomuseo.
Tre sono gli itinerari principali in cui si raggruppano i musei: il lavoro e i mestieri; l’uomo e l’ambiente; l’arte e la storia.
Il lavoro e i mestieri è un percorso che coinvolge molti dei siti ecomuseali: il Museo dell’Arte della Tornitura del Legno di Pettenasco, ricavato da un’antica torneria idraulica; il Museo dello Scalpellino a Boleto di Madonna del Sasso, che testimonia il duro è pericoloso lavoro degli scalpellini nelle cave di granito; il Museo dell’Ombrello e del Parasole di Gignese, originale museo sulla storia degli ombrelli e dei parasoli; il Museo Etnografico e dello Strumento Musicale a Fiato di Quarna Sotto che testimonia l’arte della costruzione di strumenti musicali a fiato di cui Quarna vanta un’antica e prestigiosa produzione; la Fondazione Museo Arti e Industria Forum di Omegna, dove su un’area in precedenza adibita a produzione industriale, è stata ricavata una struttura polifunzione che ospita mostre temporanee prestigiose e una collezione permanente dedicata alle importanti industrie del casalingo del Cusio; la Mostra Permanente Museo degli Alberghieri di Armeno, in cui sono raccolte le testimonianze di un lavoro che ha reso celebri in tutto il mondo la categoria degli alberghieri di Armeno; il Museo del Rubinetto e della Sua Tecnologia di San Maurizio d’Opaglio, in cui viene raccontata la storia, e gli oggetti della rubinetteria, in uno dei più grandi distretti industriali del rubinetto d’Italia.
Nel percorso l’uomo e l’ambiente sono compresi il Giardino Alpinia ad Alpino di Stresa, in cui tra le numerose piante e specie botaniche alpine, si può ammirare una delle sei più belle viste panoramiche al mondo, sul Lago Maggiore e zone limitrofe; e l’Alpe Selviana Cooperativa Agricola “Il Glicine” di Agrano di Omegna, un piacevole alpeggio riconvertito in cui si coltivano prodotti con il metodo biologico.
Nel percorso dell’Arte e della Storia è compresa la Collezione Calderara di Arte Contemporanea di Vacciago di Ameno che raccoglie alcune opere di Antonio Calderara e 133 altri artisti in una collezione unica e ricchissima di nomi e correnti artistiche.

L’iniziativa è stata realizzata grazie ai fondi del 5 per mille.

Di seguito gli orari

MUSEI APERTI 2009

PETTENASCO - Museo dell’arte della tornitura del legno
Aperto nei mesi di Luglio e Agosto con i seguenti orari:
Venerdì – Sabato – Domenica dalle 14 alle 19
Ingresso gratuito – Visite guidate gratuite

QUARNA SOTTO -Museo Etnografico e dello strumento musicale a fiato
Aperto da Martedì 23 giugno a Domenica 6 settembre con il seguente orario:Da Martedì e Venerdì 14:30-18:30Sabato e Domenica 10:30-12:30 e 14:30-18:30
Costo dei Biglietti d’ingresso:Adulti € 2,60 cad - Bambini € 1,60 cad
Visite guidate gratuite

ARMENO - Museo degli Alberghieri
Aperto nei mesi di Luglio e Agosto con i seguenti orari:
Venerdì – Sabato – Domenica dalle 14 alle 19
Ingresso gratuito – Visite guidate gratuite

MADONNA DEL SASSO - Museo dello Scalpellino
Aperto nei mesi di Luglio e Agosto con i seguenti orari:
Venerdì – Sabato – Domenica dalle 14 alle 19
Ingresso gratuito – Visite guidate gratuite

VACCIAGO DI AMENO - Fondazione Calderara
Aperto dal 15 maggio al 15 settembre con i seguenti orari:
martedì – venerdì dalle 15 alle 19
sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19
Ingresso gratuito. Servizio di visita guidata gratuita nei mesi di luglio e agosto nei giorni di venerdì – sabato e domenica fino alle ore 18.00

SAN MAURIZIO D’OPAGLIO - Museo del Rubinetto
Aperto nei mesi di Luglio e Agosto con i seguenti orari:
Venerdì – Sabato – Domenica dalle 14 alle 19
Ingresso gratuito – Visite guidate gratuite

GIGNESE - Museo dell’Ombrello
Aperto dal 1° aprile al 30 settembre con i seguenti orari:Tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18
Costo dei Biglietti d’ingresso:Adulti € 2.50 cad - Gruppi e bambini € 1.50 cad
Servizio di visita guidata gratuita nei mesi di luglio e agosto nei giorni di venerdì – sabato e domenica

OMEGNA - Forum Museo Arti e Industria
Aperto tutto l’anno con i seguenti orari:
da Martedì a sabato dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00 Domenica dalle 14.30 alle 18.00
Nei mesi di luglio e Agosto servizio di visite guidate gratuite nei giorni di venerdì – sabato e domenica

Per informazioni dettagliate sugli orari dei musei visitate il sito www.lagodorta.net nella sezione Musei Aperti
Per ulteriori informazioni Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone tel.0323.89622 oppure fax 0323.888621; email ecomuseo@lagodorta.net

mercoledì 24 giugno 2009

Delegazioni italiane in visita all’Ecomuseo Cusius

La scorsa settimana due delegazioni di ecomusei italiani hanno visitato l’Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone. Le visite erano finalizzate a conoscere da vicino la formula organizzativa dell’ecomuseo cusiano.
Il 16 giugno si è svolta la visita del primo gruppo, costituito da una quindicina di accompagnatori naturalistici, guide e personale dell’ecomuseo delle miniere e della Val Germanasca, incentrato sul sito “Scopriminiera”.
La seconda delegazione, giunta il 20 giugno, proveniva invece dalla Comunità Montana della Valle San Martino, ed era formata da un gruppo di studenti specializzati in un corso per operatori ecomuseali, un ecomuseo facente parte della rete lombarda degli ecomusei.
Accompagnati dal Presidente della Comunità Montana, dal coordinatore dell’ecomuseo, e da altri amministratori, anche la seconda delegazione ha avuto modo di visitare alcuni siti dell’ecomuseo e incontrare i suoi rappresentanti, che hanno illustrato le caratteristiche, la storia e il modello gestionale dell’ecomuseo.

All’Associazione Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone, fondata nel 1997, hanno aderito le principali realtà istituzionali e culturali del territorio cusiano. Particolarmente interessante risulta la gestione condivisa del ricco patrimonio costituito da musei, percorsi, siti visitabili, ma anche proprietà private, edifici pubblici e chiese. Un modello unico nel panorama ecomuseale italiano e per questo oggetto di crescente attenzione da parte di altre realtà ecomuseali.

Ricordiamo che il termine “ecomuseo” fu coniato nel 1971 dai museologi francesi Hugues de Varine e Georges Henri Rivière per indicare “una istituzione culturale che assicura, in modo permanente, su un dato territorio, con la partecipazione della popolazione, le funzioni di ricerca, presentazione, valorizzazione di un insieme di beni naturali e culturali, rappresentativi di un ambiente e dei modi di vita che vi si succedono”.

domenica 21 giugno 2009

CONCLUSA LA FESTA DEL SOLSTIZIO


Omegna
CONCLUSA LA FESTA DEL SOLSTIZIO
E’ stata ancora una volta un successo la Fèsta dal Solstizi d’Istà, organizzata per la dodicesima volta dalla Compagnia dij Pastor in collaborazione con l’amministrazione comunale omegnese, assessorato alla Cultura, la comunità montana Cusio Mottarone, la sezione cittadina della Uildm, l’Ecomuseo Cusius e la Pro Loco. Momenti importanti sono stati quelli del falò della notte del solstizio, acceso a monte Zuoli la sera di sabato 20, nonostante il forte temporale, e il convegno tenutosi domenica 21 all’Oasi della Vita di Bagnella.
L’incontro di domenica era incentrato sul tema ‘Il dialetto a scuola’ e ha visto confrontarsi, presenti un buon numero di appassionati, l’assessore comunale Maria Giulia Comazzi, il giornalista Giovanni Marco Polli e Massimo M. Bonini, presidente di Ecomuseo e della Compagnia dij Pastor. Dal dibattito ha preso vita il progetto di istituire corsi di formazione per gli insegnanti delle scuole cittadine e del circondario, in modo che l’insegnamento della cultura tradizionale e della lingua regionale, anche alla luce delle recente legislazione regionale piemontese, possa essere proposto all’interno delle scuole primarie e secondarie.
La manifestazione si concluderà sabato 27 con la cena int la contrà dal Butér (via Alberganti), dedicata alla raccolta di fondi a favore della Unione italiana per la lotta alla distrofia muscolare.


venerdì 19 giugno 2009

Commissione Cultura Tradizionale

agli Associati
agli Amici dell’Ecomuseo


Oggetto: commissione Cultura Tradizionale.


Si rende noto che in data 27/05 si è tenuta la prima riunione della commissione in oggetto.
I presenti hanno convenuto sull’opportunità di avviare un lavoro di studio e ricerca sui temi della cultura materiale nel territorio del Cusio, concentrando inizialmente l’attenzione su tema degli attrezzi anticamente utilizzati per i diversi lavori agricoli.
Sapendo che molte persone già si occupano di questo tema e che molto lavoro di documentazione e ricerca è già stato svolto, si invitano tutti coloro che fossero in possesso di materiale – testi, immagini, registrazioni audio, filmati, fotografie, collezioni di oggetti etc. – a segnalare a Ecomuseo l’esistenza e la collocazione di tali materiali e l’eventuale disponibilità a partecipare a un’operazione di schedatura e catalogazione che permetta la predisposizione di una banca dati.
Il tutto dovrebbe portare alla realizzazione di una pubblicazione, il cui formato resta per ora da definire, che documenti il patrimonio culturale presente nella nostra zona.

Confidando nell’interesse e nella disponibilità di ognuno, si resta in attesa di cortese riscontro e con l’occasione si porgono anticipati ringraziamenti e cordiali saluti.


il Presidente Massimo M. Bonini

giovedì 18 giugno 2009

Presente!

Eccomi, pronto all'appello...

Cos'è l'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone?

La Regione Piemonte, con la L.R. 14 marzo 1995, n. 31, la prima iniziativa legislativa italiana ispirata alla quasi trentennale esperienza europea sugli ecomusei, ha inteso procedere all’istituzione di ecomusei della cultura materiale. L’obiettivo è quello di testimoniare, ricostruire e promuovere la memoria storica delle tradizioni, della cultura materiale e del modo in cui l’insediamento tradizionale ha caratterizzato la formazione e l’evoluzione del paesaggio.

L’Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone (Ecomuseo Cusius), istituito nel 1997 mediante l’associazione di enti locali, musei e siti visitabili ubicati intorno al lago e sulle pendici del Mottarone, è costituito da una fitta trama di temi organizzati su tre itinerari principali: la cultura materiale, l’arte e la natura.

L’Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone, a proposta culturale multipla, rappresenta quindi un nuovo modello di offerta culturale legato alla valorizzazione e alla tutela delle risorse ambientali, culturali e storico - etnografiche locali.

L'Ecomuseo, che abbraccia l’area del Cusio, della Val Strona, del Mottarone fino alle porte della Val d’Ossola e ai pendii che digradano verso il Lago Maggiore, può essere immaginato come una rete che intreccia aree e temi, per la riscoperta dell’intero territorio, non solo nei suoi aspetti culturali, ma anche in quelli paesaggistici, della cultura materiale, dell’artigianato e dell’industria locale.

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621) all’Ecomuseo (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 – 17,00). La segreteria dell’Ecomuseo Vi fornirà indicazioni relative ai singoli siti, ad eventi ed iniziative particolari e agli itinerari per raggiungere le diverse località.

Per saperne di più
Per info telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621) all' Ecomuseo
Orari: 9,00 - 13,00 / 14,00 - 17,00.

La segreteria dell'Ecomuseo vi fornirà indicazioni relative ai singoli siti, ad eventi ed iniziative particolari e agli itinerari per raggiungere le diverse località del territorio.

Nasce il blog dell'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone

Questo blog vuole essere uno spazio di informazione e discussione sull'attività dell'ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone. In esso si darà conto di quanto realizza l'ecomuseo e delle attività che realizzano gli associati, 38 realtà pubbliche e private del territorio.

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedì al venerdì). info : ecomuseo@lagodorta.net P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030