lunedì 28 marzo 2011

Libri e creature fantastiche ad Alzo di Pella


Si conclude sabato 2 aprile, alle ore 15.00, la rassegna “Libri di Lago”, organizzata dall’Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone. L’ultimo appuntamento, che si svolgerà ad Alzo di Pella presso la sede della “Famiglia Alzese” in via dell’Asilo 3, avrà come tema la fantasia. “Creature fantastiche e libri da mangiare” è il titolo di questo appuntamento che vedrà come protagonisti draghi, gnomi, elfi, folletti e molte altre creature fantastiche. Tre le pubblicazioni che verranno presentate. 
 
“I draghi dei Visconti” di Francesca D’Amato è il libro primo delle “Cronache del Verbano Occidentale”. Il nuovo romanzo “urban fantasy” (Compagnia della Rocca Edizioni) è ambientato tra Milano e il Lago Maggiore nella prima metà del 1300. Protagonista di questa vicenda che si svolge tra il Lago d’Orta e il ducato di Milano subito dopo la fine del “tempo in cui allevare draghi non era illegale” è Ottavio da Mercurago, di professione dragoniere abusivo. Il romanzo si basa sulle antiche cronache di Galvano Fiamma e su una ampia raccolta di leggende italiane legate ai draghi. 
 
Il "Ricettario Segreto dei laghi Maggiore e d'Orta" di Franco Mora ed Elisa Tognasca (Macchione Ed.)non è un semplice libro di cucina, ma un ricettario completamente illustrato con temi e paesaggi della zona dei laghi, reintepretati in chiave fantastica dalle tavole illustrate da Franco Mora. Si tratta del ricettario fantastico, ma con ricette completamente eseguibili, che usato dai cuochi folletti dell'osteria "Il guanto verde", locanda immaginaria per fate, folletti e viandanti dispersi. 
 
“Lo Gnomo e l’Architetto”, con illustrazioni e testo Daniela Piolini descrive l’incontro di un architetto pieno di utopie e superbia con uno gnomo pieno di buon senso. Ne segue la magica trasformazione di una brutta architettura in un bel pezzo di natura e la conversione del progettista con il trionfo di natura e bellezza. Accompagneranno la presentazione dei libri giochi e intrattenimenti per i bambini. 
Seguirà una sorprendente merenda. Ingresso gratuito. Info ecomuseo (tel. 0323.89622).

venerdì 25 marzo 2011

Qui il satellite non passa, Scoperte in un bicchiere d'acqua




Domenica 27 marzo 2011 a San Maurizio d’Opaglio l’Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone organizza una giornata culturale tra teatro e museo. Dalle ore 15.00 alle ore 17.30, presso il  Museo del Rubinetto e della sua tecnologia si svolgerà “Scoperte in un bicchier d’acqua”. Un pomeriggio al museo giocando con esperimenti e giochi per scoprire divertendosi le caratteristiche e le proprietà dell’acqua. Alle ore 17.30, presso il Teatro degli Scalpellini si svolgerà lo spettacolo teatrale “Qui il satellite non passa”, una coproduzione Teatro delle Selve e Finestra sul Lago con Franco Acquaviva e Domenico Brioschi; testo e regia di Franco Acquaviva. Seguirà “Pezzi da Ecomuseo” di e con  Domenico Brioschi e Franco Acquaviva. Lo spettacolo nasce come azione di sensibilizzazione alle tematiche degli Ecomusei e come veicolo indiretto di informazioni sulla loro funzione e vocazione. È realizzato nell’ambito del progetto “Percorsi ed eventi di turismo attivo e culturale - Giromusei, promosso da ecomuseo e Distretto Turistico dei Laghi. “Qui il satellite non passa” è un “Dialogo satirico tra un artigiano e uno speculatore” che si sviluppa come un serrato faccia a faccia tra due contendenti sul tema della conservazione delle aree naturali e a forte identità paesaggistica a fronte dei tentativi di speculazione sempre più aggressivi che queste aree subiscono. Il dialogo tra i due personaggi, un artigiano e un professionista implicato in una speculazione edilizia devastante è scoppiettante, beffardo, sinistro, sarcastico, a volte miseramente comico, assomiglia a certe cose che si sentono dire nella nostra martoriata attualità, anche se non vuole essere una fotografia del presente. Una cosa sola è certa: A e B, figure grottesche e patetiche, ognuna delle quali sembra possedere un pezzettino di verità, sembrano proprio figlie dei nostri tempi. “Pezzi da Ecomuseo” trarrà, come carte dal mazzo, storie e curiosità dei musei del territorio, mostrando come i musei siano scrigni preziosi di vicende e curiosità affascinanti e curiose. Al termine seguirà un aperitivo con prodotti locali. Per info ecomuseo (tel. 032389622)

Domenica 27 marzo 2011
San Maurizio d`Opaglio

Dalle ore 15.00 alle ore 17.30 Museo del Rubinetto

SCOPERTE IN UN BICCHIER D`ACQUA

Giornata al museo giocando con i pannelli didattici dedicati al mondo dell`acqua e del suo utilizzo. Tanti esperimenti e giochi per scoprire divertendosi le caratteristiche e le proprietà dell`acqua

Ore 17.30 - TEATRO DEGLI SCALPELLINI

QUI IL SATELLITE NON PASSA

Con: Franco Acquaviva e Domenico Brioschi

Testo e regia: Franco Acquaviva

Coproduzione Teatro delle Selve e La Finestra sul Lago

PEZZI DA ECOMUSEO

Con: Domenico Brioschi

Testo e regia: Domenico Brioschi

Seguirà aperitivo con prodotti locali.

Ingresso e partecipazione alle iniziative gratuiti

PER INFO: 032389622, www.lagodorta.net

mercoledì 9 marzo 2011

LAGO MOTORE DI STORIE



Il lago d‘Orta da sempre ispira il desiderio di narrare storie. Autori importanti l’hanno da sempre descritto e celebrato. Cosa succede, però,  quando il contagio si estende  ad autori giovani che esplorano linguaggi innovativi e diversi? È questo il tema di “Lago motore di storie”, secondo appuntamento della rassegna “Libri di Lago”, organizzata dall’Ecomuseo del Lago d’Orta e del Mottarone. Ospiti di questa presentazione letteraria con merenda sono giovani autori.

Alessandro Crippa è lo sceneggiatore del romanzo a fumetti “In nomine Patris”. La storia è ambientata a Montelago, località immaginaria nella quale non è difficile identificare Orta San Giulio. Sceneggiatore e disegnatore, infatti, si sono lasciati suggestionare dalla bellezza del nostro lago e lo hanno eletto a cornice di una vicenda che, invece, è frutto della fantasia di Alex Crippa.
Nel 1939 l’Europa è alla vigilia della guerra. Jonah è un ex missionario, un prete partito per l’Etiopia al seguito delle truppe italiane. Mandato come un soldato di Dio a portare la fede ai miscredenti, di fronte agli orrori perpetrati dalle milizie coloniali si è scoperto un figlio di Dio incapace di infondere speranza, avendola persa lui stesso. L’ex missionario che ora lavora per la Sacra Congregatio del Vaticano, l’organo preposto alla canonizzazione dei santi e all’indagine su presunti miracoli, viene inviato a Montelago “un paesino sulle rive di un lago nelle Alpi Lepontine”, dove si sono verificate delle guarigioni apparentemente inspiegabili che secondo la voce popolare sarebbero dovute al miracoloso intervento di un angelo.
La storia, ideata e sceneggiata da Alex Crippa e disegnata da Alfio Buscaglia, si sviluppa densa di colpi di scena in un’atmosfera che sprofonda lentamente in uno scenario d’orrore, dove il soprannaturale si fonde ad umanissime miserie, con un finale che lascia aperti inquietanti interrogativi. Sono personaggi complessi, tormentati, che dialogano di fede e scienza, di giustizia e superstizione.
In nomine Patris è un volume a fumetti edito da ReNoir che raggruppa i due albi che compongono la prima avventura di Jonah Martini. Proprio in questi giorni è in uscito, sempre per ReNoir, il secondo volume di Jonah Martini, Gli eletti. Questa volta Jonah viene inviato a Riva d’Adda, nome fittizio per Crespi D’Adda, villaggio lombardo dove i possessori di quadri di un pittore misteriosamente scomparso si sono salvati quasi per miracolo da una strage nazista.
Si conferma come caratteristica peculiare della serie l’ambientazione italiana. Come dichiara lo sceneggiatore Alex Crippa: “Ci sono paesi e paesini affascinantissimi che mi capita di visitare e sono perfetti per le storie di Jonah Martini. La possibilità stessa poterli fotografare e visitare da cima a fondo è ovviamente un ottimo motivo per continuare su questa strada, soprattutto per i disegnatori”. Per contatti: http://alexcrip.blogspot.com


I Menestrelli di Jorvik sono un collettivo di scrittori che cura la rivista letteraria “Arabica fenice”.
L’Associazione Culturale Menestrelli di Jorvik è composta da scrittori, fotografi e grafici che si sono proposti il compito di difendere, amare e divulgare la cultura, con particolare attenzione alla letteratura, seguendo un motto che recita: “Non vogliamo conquistare il mondo, ma rendere il mondo un posto più degno di essere conquistato”.
Da alcuni anni i Menestrelli di Jorvik propongono attività, laboratori e seminari nelle scuole. Attualmente collaborano, tra gli altri, con l’ITIS Leonardo da Vinci di Borgomanero, Liceo Classico e Scientifico E. Fermi di Arona, IIS Galileo Galilei di Gozzano.
Dal 2010 i Menestrelli di Jorvik pubblicano la rivista Arabica Fenice, un bimestrale culturale tematico. In ogni numero una citazione letteraria viene interpretata attraverso fotografie artistiche, racconti e saggi, perché l’arte e la letteratura sono ancora oggi filtri necessari per poter interpretare il presente.
Arabica Fenice viene distribuita gratuitamente presso alcuni locali di Arona, quali l’Esattoria, in via Paleocapa e Meltin’Pop, in via Roma 78/80. La rivista può essere anche ricevuta direttamente a casa propria, previo versamento di un’offerta.
I Menestrelli di Jorvik sono stati invitati per l’occasione a produrre alcuni racconti inediti, ispirati al lago d’Orta. Per contatti: menestrelli.jorvik@gmail.com, www.jorvik.altervista.com

L’incontro, ad ingresso gratuito, si svolgerà a Pettenasco, presso il centro di documentazione dell’Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone, in via Fara 7/a sabato 19 marzo alle ore 16

PER INFO: Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone 0323.89622 ; ecomuseo@lagodorta.net
Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedì al venerdì). info : ecomuseo@lagodorta.net P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030