venerdì 31 luglio 2009

Arte nelle Terre Alte








Presso il Museo dell’Artigianato di Marmo, nuovo sito dell’Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone, si sono svolti i laboratori della XII edizione di "Arte nelle Terre Alte", organizzati dal laboratorio di Arti Visive di Granerolo. Una decina di corsisti, tra i trenta e i cinquanta anni di età, sono stati ospitati presso la foresteria del museo, inserito in un contesto naturalistico di grande pregio.
Una presenza importante quella del torrente Strona, poco distante dal museo, con un grande prato fiorito al di là dell'acqua e poi il bosco tutto intorno. Una natura forte, capace di essere preziosa fonte di ispirazione per i lavori degli allievi. Gli oggetti, realizzati con la tecnica della ceramica primitiva, sono stati cotti in un fuoco di legna, su ciottoli tondi, forniti dal fiume e usati come base per il falò. Dal bosco è stata presa la legna secca per la cottura.
L'idea di base della ceramica primitiva è infatti quella di utilizzare il più possibile quello che la natura fornisce. Forme semplici, organiche, morbide, ma anche aspre come talora può essere la natura. Gli allievi, dice il Maestro Giovanni Crippa, “sono stati invitati a lavorare su loro stessi, sui sogni e le paure, affidando al cuore e alle mani il loro progetto, lasciando che l’argilla manipolata lo materializzi e gli dia forma.
Lunedì sera vi è anche stato un fuori programma: grazie alla presenza di un accompagnatore naturalistico è stata effettuerta una visita nelle vicine grotte di Sambughetto, le Grotte delle Streghe scavate dall’acqua nel marmo bianco. Cavità suggestive e ludiche, visitate anche dalle classi primarie delle scuole del territorio grazie ai progetti didattici dell’Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone. Un modo per entrare ancora di più in contatto con quegli elementi (la Terra, l’Acqua, il Fuoco), con i quali gli allievi si sono confrontati durante tutta la loro permanenza.”

giovedì 16 luglio 2009

Attrezzi agricoli


carél attrezzo in legno, munito di corda, per legare i fasci di fieno da trasportare
(dialetto di Casale C.C. e della valle Strona)

mercoledì 15 luglio 2009

Il Museo dell'ombrello compie 70 anni

Il Comune di Gignese, l`Associazione Amici del Museo dell'Ombrello e del Parasole, l`associazione Turistica Pro Loco, i Commercianti di Gignese, l'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone, presentano

1939 - 2009 LXX ANNIVERSARIO DEL MUSEO
SABATO 18 LUGLIO 2009

Ore 10.00 Santa Messa nella Chiesa di San Rocco in Memoria degli Ombrellai

Ore 11.00 Francesco Maglia Presidente dell`Associazione Ombrellai presso la sala sottostante il Museo dedicherà un ricordo agli Ombrellai e alla loro Storia.
Seguirà Rinfresco

Ore 16.00 Festa dei Commercianti con il Mercatino dell'Artigianato nelle vie di Gignese e con la partecipazione del gruppo Storico di Borgomanero in vestiti d'epoca.

Ore 21.00 Piazza Marconi
Cabaret di Beppe Altissimi

Per informazioni:
Museo dell`Ombrello 0323.208064

domenica 12 luglio 2009

Attrezzi agricoli



lä scvérä e 'l ristél (la gerla e il rastrello), dialetto di Casale Corte Cerro, foto di Angela Poletti

Aderendo all'invito della Commissione Cultura Tradizionale di Ecomuseo Cusius, iniziamo a seguire il filone degli antichi attrezzi agricoli.
Invitiamo tutti gli amici a voler contribuire con fotografie e segnalazioni.
Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedì al venerdì). info : ecomuseo@lagodorta.net P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030