Riapre il Giardino Alpinia a Stresa

Da venerdì 30 aprile l’Orto Botanico Giardino Alpinia riapre le porte, tornando ad offrirsi quale splendido balcone panoramico sul golfo Borromeo, con i suoi 40.000 mq di superficie dedicata alle specie arbustive ed arboree autoctone della flora spontanea del Mottarone e alle circa 400 specie botaniche appartenenti ai vari generi di piante alpine da montagne di ogni continente.

Il Giardino sarà aperto alla visita tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.

Alla riapertura si affianca anche l’avvio di un’importante attività di riqualificazione del giardino con la creazione del Centro Visite, che verrà allestito con un punto informazioni e distribuzione di materiali e gadgets, un’aula didattica e un punto ristoro con servizio bar. Il Centro Visite troverà posto nell’immobile che sorge a margine del percorso botanico e presso l’ingresso dello stesso, e che fu edificato nel 1954 come casa del Direttore dell’Orto Botanico. Si tratta di un edificio a due piani che, da tempo inutilizzato, è stato recentemente acquisito dal Comune di Stresa, che, tramite apposita convenzione la ha conferito in gestione al Consorzio Giardino Alpinia.

L’intervento sull’immobile verrà completato da migliorie del percorso con la posa di cartellonistica didattica e inserimenti per la fruizione e gli approfondimenti multimediali sugli aspetti botanici, nonché attività di comunicazione realizzate in collaborazione con Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone. Per il progetto, che presenta un costo complessivo di 170.000 euro, il Consorzio Gestione Giardino Alpinia ha ottenuto l’importante contributo di Fondazione Cariplo di 60.000 euro, per il tramite di Fondazione Comunitaria VCO attraverso il Bando Emblematici Minori 2019.


Commenti