Contratto di Lago: facciamo il punto

Il Contratto di Lago o di Fiume è un patto con cui diversi soggetti, pubblici e privati, si prendono cura del loro territorio. Esso è inserito nel Piano di Tutela delle Acque della Regione Piemonte. 


Nel dicembre 2018 è stato siglato il protocollo di intesa per il Contratto di Lago del Cusio, che vede ad oggi 120 sottoscrittori. L'accordo si sviluppa sul territorio di due province (Novara e VCO) e di ben 26 comuni. Capofila dell’iniziativa è Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone. 

Alla fine del 2020 è stato presentato il Rapporto Ambientale sullo stato di salute del Lago d’Orta stilato all’interno delle iniziative del Contratto di Lago. Il report ha confermato che le condizioni delle acque sono buone e che non si evidenzia nessuna situazione di inquinamento o criticità né per la vita animale e vegetale né per l’uomo e la balneazione. 

Con gli ultimi mesi del 2020, dunque, si è conclusa la fase di redazione dei documenti necessari per la valutazione del progetto da parte di Regine Piemonte. La documentazione è composta da Rapporto Ambientale, Piano d’Azione, Piano di Monitoraggio e Sintesi non Tecnica; essi sono tutti disponibili e consultabili sul sito www.lagodorta.net nella sezione “Contratto di Lago”(il link QUI). Chiunque, se interessato, può presentare delle osservazioni formali al lavoro svolto. A seguito di ulteriori processi di verifica dei documenti forniti, nei prossimi mesi del 2021 potrà essere definitivamente considerato firmato ed attivato il Contratto di Lago, grazie al quale saranno rese possibili diverse iniziative di carattere ambientale. 
Non appena si arriverà alla firma del Contratto vero e proprio, si potranno avviare azioni condivise volte a ridurre l’inquinamento delle acque, riqualificare il territorio circostante, studiare l’equilibrio biologico del sistema vivente del lago, educare e coinvolgere la popolazione per raggiungere obiettivi condivisi e diffondere buone pratiche per il rispetto dell’ambiente.

Un primo esempio della validità del progetto è stata l’assegnazione della bandiera verde di Legambiente ad Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone, in rappresentanza dell’intera comunità del Cusio e in quanto capofila del progetto, avvenuta la scorsa estate ad Orta San Giulio (in data 24 luglio 2020). Questo riconoscimento è stato un forte segnale dell’impegno che la comunità sta mettendo nel mantenere le migliori condizioni possibili del Lago d’Orta e del suo ecosistema

Commenti