lunedì 20 settembre 2010

Il Camminante. Teatronatura tra teatro e poesia del territorio.


Il 10 e 12 settembre alle 17.00 e alle 15.30 è stato presentato, lungo l’Antica Via degli Scalpellini, tra San Maurizio e Alzo, lo spettacolo itinerante nella natura “Il Camminante”, una coproduzione tra Teatro delle Selve e O’Thiasos TeatroNatura di Roma, tratto da un racconto di Laura Pariani (Premio Selezione Campiello 2010).
 
 
 
 
 
Ambientato in un’antichità indefinita, il racconto della Pariani riecheggia la Leggenda Aurea sulla vita di San Giulio, fondatore delle comunità del lago d’Orta, intrecciandola al mito di Edipo e alla storia sorella di San Giuliano Ospitaliere, nella versione narrata da Flaubert nel celeberrimo racconto. 
Oltre a questo materiale letterario, la regia di Bramini-Acquaviva ha intrecciato tra di loro vari altri fili tematici e iconografici direttamente riferibili alla storia del nostro territorio, creando per esempio costumi e tableaux vivants - composti questi ultimi di scena in scena dagli attori stessi - che si davano come citazioni dirette dell’arte statuaria dei Sacri Monti di Orta e di Varallo, anche negli accostamenti cromatici delle stoffe. Oppure scegliendo un percorso, com’è quello dell’Antica Via degli Scalpellini, che in epoca non troppo remota fu certamente luogo di transito dei pellegrini tra Valsesia e Cusio, e che ha conservato dunque una certa ricchezza di significati simbolici e spirituali, colti puntualmente e variamente declinati nello spettacolo stesso.  
 
 
 
E ancora, ecco, lungo il percorso, le tracce visibili della dismessa attività estrattiva delle cave di granito di Alzo, con le pietre affioranti dal bosco, e le rovine delle piccole case di granito poste lungo la via. Tutti questi elementi – che formano il genius loci - lo spettatore se li è visti trasformare, per effetto dell’azione degli attori, in scenografie vive, tanto necessarie da creare la sensazione - così si sono espressi alcuni presenti - che fossero stati creati apposta per lo spettacolo, o che le pietre e gli alberi cominciassero a parlare. Un esempio di poesia del paesaggio in azione, che il pubblico ha vivamente apprezzato.

Teatro delle Selve
Sede Legale: Via Carmine, 5 Vacciago – I 28010 AMENO (NO)
Sede Operativa: SPAZIOTEATROselve - Pella
Via Zanotti, 26 – I 28010 PELLA (NO) -Tel. 0322 96 97 06
www.teatrodelleselve.it

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono ben accetti, purché nel rispetto delle persone e degli altri utenti.

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedì al venerdì). info : ecomuseo@lagodorta.net P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030